Polpo scottato su crema di Topinambur e Daikon

Ufficiale: 

Dimostro meno danni di quelli che ho.


Non vi dico cosa è successo alla cucina dopo che ho immerso il mio amato polpo da 1,8kg, in una pentola nettamente troppo piccola!


Ma veniamo alla ricetta di oggi, dove appunto il protagonista indiscusso è lui: Il polpo arrostito, che ha regalato un gusto unico ad un piatto semplice ma di grande effetto.

Un antipasto o un secondo piatto davvero molto particolare, la base di vellutata conferisce al polpo un delizioso sapore, ed insieme creano un connubio perfetto. 

Quest’ultima può essere preparata prima e riscaldata poco prima di servire il piatto.

Il polpo è la mia debolezza, questa versione è una variante più raffinata ed elegante della classica insalata di polpo e patate, ideale se desiderate cambiare un po' il solito abbinamento del pesce con una preparazione che sarà sicuramente apprezzata.


La vellutata che lo accompagna è a base di topinambur e daikon, molto semplice da preparare e bastano pochissimi e semplici passaggi.

E poi tutto può diventare zuppa, basta avere un mixer ad immersione e il gioco è fatto! 

Certo, alcuni abbinamenti possono lasciare un po’ a desiderare, ma questa crema di topinambur e daikon è veramente squisita, oltre che genuina e ricca di proprietà benefiche 

Se ami i sapori di mare e sei alla ricerca di un piatto leggero e gustoso, allora è la ricetta perfetta per te!

Pronta/o?


>Ingredienti: 1,8 kg di Polpo (per recuperare un tentacolo così grande) 1 cipolla bianca, 1 Daikon, 2 pz di topinambur, olio, sale, pepe q.b, 1 misurino di brodo vegetale granulare, burro ghee q.b


>Preparazione: Prendiamo i nostro polpo fresco puliamolo bene eliminando gli occhi e il becco che si trova in mezzo ai tentacoli aiutandoci con un coltellino per incidere le parti.

A questo punto lo sciaquiamo nuovamente per bene strofinandolo forte in tutte le sue parti sotto l’acqua corrente finchè non diventa liscio e lucido.

Mettiamo sul fuoco una bella pentola grande piena d’acqua, il polpo deve essere immerso completamente.

Procedimento essenziale per ottenere una carne morbida: adagia il pesce su un tagliare e con l'aiuto di un batticarne, pesta tutti i tentacoli.

Quando l’acqua bolle immergi il polpo., fai arricciare i tentacoli immergendo e togliendo i tentacoli per 3 volte e poi adagialo all'interno della pentola.


Calcola che ci vogliono circa 20 minuti di cottura per ogni mezzo kilo di pesce.


Nel mentre prepariamo la vellutata/crema: sbuccia le verdure e tagliale a dadi, trita la cipolla bianca finemente.

In un tegame aggiungi la cipolla con un filo d'olio, appena diventa trasparente aggiungi le verdure e copri le verdure con acqua.

Aggiungi un mescolino di brodo vegetale e copri con il coperchio

Dovrà cuocere circa 20 minuti


Quando le verdure si saranno ammorbidite, spegni il fuoco e con l'aiuto di un frullatore ad immersione ottieni una vellutata

(se dovesse essere troppo liquida, con l'aiuto di un colino scola la crema ottenuta)

Tienila al caldo.

Passa al polpo: Una volta trascorso il tempo indicato, pungilo con una forchetta e quando lo attraverserai con facilità sarà cotto, quindi scolalo.

Taglia, dividendo prima i tentacoli e tagliando a pezzetti il resto del corpo.

Prendi una padella, aggiungi un cucchiaino di burro (io utilizzo sempre il burro ghee) e scotta fino a doratura il polpo da entrambi i lati, così otterrai una leggera crosticina che lo renderà più invitante. A questo punto non ti resta che impiattare adagiando la crema sul fondo ed aggiungendo il tentacolo sulla superficie, un pizzico di pepe et voilà tutti a tavola

Buon appetito.



Federica Bottini | FoodBlogger

Milano, Lombardia, Italia