Zuppa di Cavolo Cappuccio Viola e Merluzzo Carbonaro

“La prova non ci mostra mai il volto che ci aspettavamo.” ⠀ (S.Arthur Doyle)⠀ ⠀ 😍Caro Doyle in sole 11 parole hai descritto perfettamente la ricetta di oggi!! ⠀ ⠀ Una e vera propria “prova”, nata dall’unione di due esperimenti che hanno regalato un risultato inaspettato.⠀ ⠀ 👩🏻‍🍳Con il cavolo cappuccio viola ho scelto di preparare una zuppa al posto della classica vellutata, perfetto comfortfood per i primi freddi di questa stagione.⠀ ⠀ 🐟Invece con il "merluzzo carbonaro” è stata la prima volta. Una pesce che sta arrivando sui banconi delle pescherie italiane in questi ultimi anni, detto anche "black cod" o sablefish, la sua carne è tenera, di color grigio perla, che si trasforma e diventa bianca durante la cottura. ⠀ 😏Al contrario degli altri merluzzi, ha gusto saporito e deciso, e si presta perfettamente ad essere stufato, oltre ad essere un pesce decisamente economico. ⠀ ⠀ 🔌Il Piatto Giusto per disintossicarsi dopo week end culinariamente impegnativi, ricco di molteplici proprietà nutritive ed ideale per portare in tavola ingredienti nuovi stupendo le vostre papille gustative ed i vostri ospiti.⠀

Pronti?

>Ingredienti: 1/2 Cavolo cappuccio, 1 cipolla bianca, 200 gr di Merluzzo Carbonaro pulito, 1 cucchiaio grande di brodo granulare vegetale, sale, acqua, olio evo q.b

>Preparazione: Prepariamo la linea degli ingredienti: Tritate mezza cipolla finemente, tagliate il cavolo cappuccio grossolanamente ed infine tagliate a dadi il vostro merluzzo carbonaro.

In una tegame aggiungete un filo d'olio evo, la cipolla e fatela rosolare sino a che non diventerà trasparente.

Aggiungete il cavolo cappuccio e copritelo con acqua.

Diminuite la fiamma, aggiungete il brodo granulare vegetale e coprite con il coperchio, girando spesso sino a che l'acqua non si sarà assorbita ed il cavolo sarà ben cotto, ci vorranno circa 30/35 minuti.

A questo punto aggiungete il vostro merluzzo carbonaro e continuate la cottura per altri 10 minuti.

Trascorso il tempo indicato, assaggiate e regolate di sale se necessario.

Et voilà non vi resta che impiattare e portare in tavola

Buon appetito




Federica Bottini | FoodBlogger

Milano, Lombardia, Italia