Spaghetto al nero di seppia, sugo leggero alla puttanesca e capasanta scottata

Prometto di rispettarle, amare ed onorareSempre Stefano

anche se appena finito il primo boccone di spaghetto pieno di sugo

Si pulisce la bocca nel tovagliolo di stoffa.

E proprio mentre fa quel gesto prenderesti tutti gli scottex disponibili in cucina!

Ma no, la nostra lavatrice ogni settimana viene messa a dura prova di performance!

Partendo dalla ricetta originale di uno dei miei sughetti preferiti, il sugo alla puttanesca, che in Campania chiamano “aulive e chiapparielle”, ricco e gustoso condimento a base appunto di olive e capperi. ⠀

Arrivo da te con una variante agli ingredienti tradizionali dove ho aggiunto due acciughe, che hanno regalato un sapore intenso e inconfondibile al piatto!⠀

Prepararlo è davvero semplicissimo, basterà insaporire con l'olio con l'aglio, quindi appena preso colore rimuoverai ⠀

quest’ultimo per aggiungere capperi, pomodori, olive e acciughe. ⠀

Si abbina benissimo ad un calice (anche 2 visto il periodo) di vino bianco secco, leggermente acidulo e strutturato con un aroma persistente e sentori fruttati come il Lacryma Christi DOC, un vino campano che si sposa perfettamente anche con l’acidità del pomodoro.⠀

Il risultato?⠀

Un delizioso e raffinato primo piatto, realizzato con un mix di ingredienti che insieme danno vita ad un equilibrio di sapori sorprendente e che presentato in tavola risulta anche molto scenografico.


>Ingredienti: 10 pz di Capesante Goldfish Srl, 1 cucchiaio di burro ghee.

200 gr di Spaghetti, 1 bustina di nero di seppia.

Per il sugo leggero alla puttanesca: 1 spicchio d'aglio, 8 olive teggiasche, 20 gr di prezzemolo, 300gr di pomodoro ramato, 250 gr di pomodoro datterino, 30 capperi, sale, pepe ed olio evo q.b,


>Ricetta: Prepara il sugo leggero alla puttanesca: Aggiungi i pomodori ramati in acqua bollente e salata per pochi istanti, poi scolali, raffreddali sotto l’acqua corrente e spellali.

Tagliali a metà, elimina i semi e aggiungi i pomodori in una ciotola.

Taglia a metà anche i datterini, aggiungili agli altri e passa il tutto nel passaverdure.

Fai sciogliere 2 cucchiai di burro in una padella antiaderente, aggiungi la passata di pomodoro e cuoci per 15 minuti, poi unisci i capperi dissalati, le olive taggiasche snocciolate, il prezzemolo tritato, il sale e una macinata di pepe.

Soffriggi l’aglio in un altro pentolino con il burro rimasto, poi elimina quest'ultimo.


Cuoci gli spaghetti in acqua bollente salata come da indicazioni sulla confezione.

Scolali e tieni un pochino d'acqua di cottura.

Nella stessa pentola aggiungi un filo d'olio, gli spaghetti, il nero di seppia e mescola per bene a fuoco basso.

Aggiungi l'acqua di cottura e tieni al caldo gli spaghetti.


Pulisci le Capesante e scottale 2 minuti per lato in una padella antiaderente.

Et voilà non ti resta che impiattare: aggiungi il sugo leggero alla puttanesca, gli spaghetti al nero di seppia e le capesante

E tutti in tavola

Buon appetito


ADV

Capesante - Goldfish Srl

Federica Bottini | FoodBlogger

Milano, Lombardia, Italia