Spinarolo alla Birra

Ok

se son rose abbiamo capito “fioriranno”

Ma se son BIRRE siamo sicuri che “finiranno”

Se poi queste le utilizzi per cucinare fidati che finiranno ancora più in fretta!!

Eccomi con una ricettina che mi ha letteralmente stupita, che vede come protagonista lui: un filetto di Spinarolo freschissimo, cotto al forno in un bagno di birra e profumi.

Chiamato anche nocciolino, è un pesce ricco di proteine ad alto valore nutrizionale. Lo si può tranquillamente paragonare al merluzzo, grazie alla bassissima concentrazione di grassi.

La sua carne è incredibile e si presta perfettamente per essere adattata a svariate ricette.

Unica nota fondamentale, bisogna spellarlo poiché la pelle non è commestibile.

Occhio perchè per la cottura al forno, è necessario calcolare minuziosamente i tempi e la temperatura.

Ottimo metodo per non fallire è quello di interrompere la cottura non appena la carne si stacca dalla lisca.

Se pensi di non averlo mai mangiato, ma sei andato a Londra, ti fermo subito e ti dico che spesso è proprio l’ingrediente principale del classico piatto "fish and chips”

Perchè fritto regala un casino di soddisfazioni!

Il risultato?

Otterrai un secondo piatto leggero, incredibilmente saporito e porterai in tavola un ingrediente favoloso che magari non hai mai preso in considerazione ma che ti assicuro è strepitoso!

Pronta/o?


>Ingredienti per 2 persone: 600 g di filetto si spinarolo Goldfish Srl, 33 cl di birra chiara, timo, alloro q.b, 1 spicchio di aglio, 1 peperoncino fresco, sale, pepe ed olio extra vergine di oliva q.b

>Ricetta:

Prendi un pirofila adatta per il forno ed ungila con un filo d'olio, aggiungi gli spicchi di aglio già mondati.

Pulisci lo spinarolo: Lo spinarolo è un pesce che non richiede tempo per pulirlo perché è già venduto senza testa e senza pelle. Non ha spine ed è sufficiente tagliarlo in tranci, lavarlo sotto l’acqua corrente e tamponarlo con carta casa.

Nel caso lo avessi acquistato intero, procedi con il eliminare la testa, la coda e la pelle (che non è commestibile)

Dividilo in tranci, elimina l'osso centrale prestando attenzione a tenere i filetti interi e sciacqualo sotto acqua corrente.


Ora adagia i filetti nella pirofila, versa lentamente tutta la birra sopra al pesce (la birra dovrà arrivate circa a mezz'altezza rispetto trancio), poi aggiungi un pizzico di peperoncino, i rametti di timo e le foglie di alloro.


Fai cuocere nel forno già caldo a 180°C per 20/25 minuti.

A metà cottura apri il forno ed irrora il pesce con il suo stesso sughino affinché la superficie scoperta non asciughi troppo.


Una volta pronto, tagliate il trancio in 4 porzioni che trasferirai nei piatti insieme a qualche cucchiaio del sughino di cottura. Regola di sale e di pepe, et voilà non ti resta che impiattare

Buon appetito

ADV

Spinarolo - Goldfish Srl