Spaghetto al Nero di Seppia, Tartare di Scampo, fior di cappero e pomodorini secchi

Non ci sono più le mezze stagioni.

Ce ne sono almeno 9 intere in una sola giornata

Ed io per non sbagliare arrivo da te con un piattino che potrai mangiare sempre, indipendentemente da quale temperatura ci sia!

Basterà avere a disposizione degli scampi freschissimi et voilà in 3 secondi saprai come utilizzare queste prelibatezze.

Una ricetta che non è altro che una classicissima spaghettata al nero di seppia leggermente rivisitata in chiave moderna.

La parte più delicata della ricetta?

Va sicuramente alla pulizia degli scampi.

Ecco due modi per sgusciarli alla perfezione:

N:B La parte commestibile degli scampi è la coda. Per sgusciarla, dovrai staccare prima la parte della testa, praticando una leggera torsione.

(Le teste ti serviranno per realizzare un fumetto spaziale).

1 - Prendi in mano lo scampo, con la corazza rivolta verso il basso.

Con l’aiuto di un paio di forbici, incidi la cartilagine del ventre su entrambi i lati; staccala, quindi estrai delicatamente la polpa sfilandola.

2- Prendi lo scampo con il dorso rivolto verso il basso asportando piano il primo e il secondo anello della cartilagine del ventre.

Spingi con il pollice all’altezza della parte terminale della corazza, proprio nel centro della piccola “coda” a ventaglio e tira delicatamente, la polpa dall’altro lato.

Il risultato?

Un piatto che pur essendo curato nella parte estetica, è composto da ingredienti semplici e di primissima qualità, che uniti creano un insieme di sapori, consistenze e profumi unici.

Pronta/o?


>Ingredienti: 15 Scampi Goldfish Srl, 160 gr di Spaghetti, 5 gr di Nero di seppia, fior di cappero, pomodorini secchi q.b, 1 lime, 1 testa d'aglio, olio, sale e pepe rosa q.b


>Ricetta:

Pulisci gli scampi come da indicazioni sopra.

Una volta puliti, tagliali a dadini piccolissimi ed aggiungili in una ciotolina con un filo d'olio evo e la scorza del lime, e un cucchiaino del suo succo.

Aggiungi i pomodorini ed i fior di cappero tritati mescola per bene e lascia riposare in frigor

(tieni da parte un pò di pomodorini e fiori di cappero tritati per la decorazione)


Lessa gli spaghetti in abbondante acqua salata.

In una padella antiaderente soffriggi la testa d'aglio con un filo d'olio evo ed una volta pronti scola direttamente gli spaghetti cotti al dente.

Aggiungi qualche cucchiaio di acqua di cottura ed il nero di seppia.

Salta per bene gli ingredienti sino a che gli spaghetti non abbiano preso perfettamente il colore del nero di seppia.


Con l'aiuto di un coppa pasta, impiatta la tartare di scampi ed infine aggiungi gli spaghetti.

Decora con i fiori di cappero ed i pomodorini secchi tritati

Et voilà tutti in tavola


ADV

Scampi - Goldfish Srl